Internazionalizzarsi in Era Covid con le Nuove Agevolazioni

Fideas, Magaras e Associazione Vicina organizzano giovedì 16 luglio dalle ore 14:00 il webinar "Internazionalizzarsi in Era Covid con le Nuove Agevolazioni".

Il programma per l'evento di presentazione della collettiva si svilupperà come segue:

  • Ore 14:30 Presentazione ed introduzione
  • Ore 14:45 SINGAPORE: OUTLOOK ECONOMICO E POLITICO, OPPORTUNITÀ DI MERCATO E DI INVESTIMENTO PER LE PMI ITALIANE Alessio Gambino, Studio Gambino’s partner, membro direttivo Associazione Vicina
  • Ore 15:00 NUOVE MODALITA’ DI APPROCCIO AI MERCATI ESTERI: LA PROPOSTA MAGARAS Ramon Addazi Gouveia, Co-CEO Magara Business Group
  • Ore 15:15 IL PROGRAMMA ERASMUS GIOVANI IMPRENDITORI GLOBAL PER SINGAPORE Marco Iacuitto, Segretario Generale Camera di Commercio Belgo-Italiana e Responsabile del programma EYE GLOBAL 
  • Ore 15:30 IL PATTO PER L’EXPORT DEL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI Catia Orlandi, Project Manager
  • Ore 15:45 LE AGEVOLAIZONI SIMEST, REGIONALI E CCIAA PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE Giuliano Bartolomei, Dottore Commercialista, Presidente Fideas Srl
  • Ore 16:00 Domande e Risposte

LA PARTECIPAZIONE È GRATUITA E LA PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA → Clicca qui

Fare Business in Cina

Faresco e IBS Italia, con il patrocinio di Associazione Vicina, organizzano la collettiva di PMI al China International Import Expo, la più importante manifestazione fieristica relativa all'importazione e esportazione di prodotti e servizi in Cina.

Il programma per l'evento di presentazione della collettiva si svilupperà come segue:

Saluti

Paolo TROMBETTI

Presidente IATT

 

interventi

Marco BETTIN

Direttore Operativo Fondazione Italia Cina e Segretario Generale Camera di Commercio Italo Cinese

 

Carlo DE SIMONE

External Relations SIMEST Spa

 

Sergio MIELE

Senior Business Consultant ICBC Roma

 

Alessio GAMBINO

IBS Italia

 

 

Modera

Filippo Maria INVITTI

Presidente Associazione Internazionale VICINA

 

L'evento sarà in forma di webinar e l'accesso alla live sarà libero a questo link.


Appuntamento a Perugia con l'internazionalizzazione

Appuntamento a Perugia con l'internazionalizzazione

Ieri a Perugia, presso l'Aeroporto Internazionale dell'Umbria, si è parlato di come migliorare la competitività nel processo di internazionalizzazione, in un luogo che offre la concreta possibilità alle imprese di volare verso mercato esteri.

Con l'Associazione VICINA ben quattro ordini professionali, dottori commercialisti, avvocati, architetti ed ingegneri, oltre alle istituzioni ANCI, CCIAA, Confartigianato, Sviluppumbria e Confindustria-Umbria Export, hanno testimoniato l'importanza del tema dell'internazionalizzazione in un convegno dove illustri relatori hanno approfondito opportunità concrete di business e temi di fiscalità internazionale, con l'obiettivo di fornire supporto a chi si appresta, sia egli professionista o imprenditore, ad operare per l'internazionalizzazione delle imprese.

Infatti, se fino a pochi anni fa per un'azienda scegliere di internazionalizzare era un'importante leva competitiva, oggi è diventata una necessità per la sopravvivenza nel mercato globale.

Nel 2018 l'attività economica umbra ha continuato a crescere ad un ritmo modesto, essendo certamente la Regione più duramente colpita dalla crisi economica e finanziaria. La bassa produttività del lavoro, oltre al contenuto grado di innovazione delle imprese, sono tra le principali cause della lenta ripresa.

Tuttavia, ci sono molte imprese umbre che hanno capito l'importanza di aprirsi all'estero e che hanno saputo cogliere la sfida. Queste aziende, nonostante la sensibile contrazione della domanda interna, oggi riescono a distinguersi con performance economiche sopra la media. Mostrano risultati nettamente migliori di chi si è limitato al mercato domestico e, dunque, appaiono più solide e più competitive. I settori del mobile, in particolare, il siderurgico, l'agroalimentare e quello della maglieria hanno fatto registrare nel 2018 incrementi dell'export sia nei Paesi UE che Extra-UE.

Dunque questo incontro ha rappresentato un appuntamento molto importante per l'Umbria, una regione dove le piccole e medie imprese che vi operano possono trovare nei mercati internazionali soluzioni per incrementare i propri ricavi e rendersi protagoniste all'estero con le proprie eccellenze dell'industria manifatturiera.

Con questo convegno organizzato dall'Osservatorio Internazionale dell'ODCEC di Roma, in collaborazione anche con VICINA e con SACE Spa, si è tracciato il quadro delle imprese umbre e sono stati forniti interessanti spunti per porre in essere un processo di internazionalizzazione, come naturale risposta alla globalizzazione.

Export e internazionalizzazione: una bussola per le PMI

Export e internazionalizzazione: una bussola per le PMI

È andato in scena ieri, con la collaborazione dell'Associazione VICINA, il primo atto di una serie di seminari attraverso i quali SACE SIMEST mette a disposizione di commercialisti, esperti contabili e avvocati tutte le conoscenze necessarie per assistere le imprese clienti interessate ad avviare o consolidare processi di sviluppo sui mercati esteri.

La giornata formativa, organizzata e ospitata presso la sede di SACE, rientra nell'ambito dell'accordo firmato lo scorso gennaio tra SACE SIMEST e l'Osservatorio Internazionale dell'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma, in collaborazione con l'Ordine degli Avvocati di Roma e con la nostra Associazione VICINA.

Nel dettaglio, la collaborazione intende agevolare la conoscenza dei prodotti e servizi SACE SIMEST tra i professionisti che prestano consulenza a supporto delle imprese interessate a crescere sui mercati esteri attraverso iniziative formative ad hoc all'interno del programma Education to Export di SACE SIMEST che combina strumenti online e offline su export e internazionalizzazione.

L'accordo, siglato da Beniamino Quintieri, Presidente di SACE e Filippo Maria Invitti, Presidente dell'Osservatorio Internazionale ODCEC, prevede inoltre la possibilità di organizzare tavoli di approfondimento, su specifici mercati e settori, con il coinvolgimento, oltre che dei professionisti, anche delle aziende clienti. Mettendo a fattor comune l'expertise di SACE SIMEST e quella dei Professionisti, la sottoscrizione dell'accordo si propone infatti di offrire alle aziende, con vocazione all'export e all'internazionalizzazione, un supporto sempre più tarato sulle loro esigenze.

“Sono particolarmente soddisfatto di questa iniziativa – ha dichiarato Beniamino Quintieri, Presidente di SACE (Gruppo CDP) – che nel concreto permettere alle imprese di avere un accesso più facile a strumenti e soluzioni offerte da SACE SIMEST grazie al contatto diretto conprofessionisti loro alleati che piùda vicino seguono il loro business. Delle imprese che si affacciano sui mercati internazionali, sono ancora poche quelle che lo fanno in modo strutturato e su più mercati e qui entrano in gioco i professionisti”.

Per Filippo Maria Invitti, Presidente di VICINA e dell'Osservatorio Internazionale dei Commercialisti di Roma, “questa giornata aveva l'obiettivo di avviare un percorso formativo professionalizzante che vada incontro all'esigenza che le PMI rivolgono ai commercialisti di ricevere un supporto professionale qualificato. La presenza di molti rappresentanti di altri Ordini italiani che hanno aderito al progetto promosso dall'Osservatorio Internazionale di Roma darà certamente avvio ad iniziative analoghe da realizzarsi su tutto il territorio nazionale”.

Professionisti e Istituzioni insieme al fianco delle imprese, tra nuovi Diritti e Obiettivi per l’internazionalizzazione

Professionisti e Istituzioni insieme al fianco delle imprese, tra nuovi Diritti e Obiettivi per l’internazionalizzazione

Su Iniziativa del Senatore Francesco Giacobbe in collaborazione con l'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili (ODCEC) di Roma, si é tenuta oggi 12 dicembre la terza edizione della Tavola Rotonda “Professionisti e Istituzioni insieme al fianco delle imprese, tra nuovi Diritti e Obiettivi per l'internazionalizzazione", con l'obiettivo di favorire un confronto permanente tra i rappresentanti delle Istituzioni pubbliche italiane presenti nella cabina di regia sull'internazionalizzazione (l'organismo costituito nel 2012 diretto congiuntamente dai ministri dello sviluppo economico e degli esteri, con l'intento di coordinare al meglio le politiche e le strategie di internazionalizzazione del nostro Paese, mettendo a sistema iniziative per la promozione, strumenti di analisi e penetrazione sui mercati e concentrando l'uso delle risorse finanziarie verso finalitàspecifiche e condivise) ed i rappresentanti di categorie professionali (in particolare commercialisti ed avvocati).

Diverse le personalità del mondo delle professioni intervenute; all'introduzione del Senatore Giacobbe sono, difatti, seguiti gli interventi – moderati da Filippo Maria INVITTI, Presidente Osservatorio Internazionale ODCEC di Roma e Presidente dell'Associazione VICINA – : Stefano NICOLETTI Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese Capo Ufficio I - Internazionalizzazione del sistema economico italiano Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale; Tiziana VECCHIO Relazioni Istituzionali - Comitato Nazionale per la Facilitazione degli Scambi del MISE; ; Salvatore REBECCHINI, Presidente SIMEST; Cristiana PORTALE, Relazioni Istituzionali SACE; Roberto LUONGO, Direttore Generale Agenzia ICE; Giovanni PALOMBA, Direttore Scientifico Osservatorio Internazionale ODCEC Roma.

L'incontro ha preso il via con una panoramica delle attività legate al tema dell'internazionalizzazione che sono state realizzate nel corso di questo anno (a partire da quanto programmato con i lavori della seconda edizione della Tavola Rotonda dello scorso anno) e di quelle che si prospetta di realizzare per quello venturo. Invitti entusiasta apre: “Esprimo apprezzamento per la riuscita di una iniziativa che giunta oramai alla sua terza edizione ha confermato la centralità del ruolo dei commercialisti e in generale dei professionisti quali attori protagonisti dei processi di crescita internazionale delle imprese italiane; auspico che la sinergia con le Istituzioni oggi convenute e rappresentate al livello più autorevole possa consolidarsi sempre più contribuendo alla efficace azione dell'intero Sistema Paese”.
Nell'intervento di Stefano Nicoletti per il Ministero degli Esteri si è soffermato sulla Centralità della Diplomazia economica nella politica estera. Promuovendo una visione strategica unica per la gestione del commercio estero, il sostegno all'internazionalizzazione delle imprese e la promozione del Made in Italy e una tutela più forte ed efficace degli interessi economici e strategici nazionali.
Tra gli interventi dei relatori, anche quello di Tiziana Vecchio, del MISE, che ha sottolineato come il 2019 sia stato un ricco d'incontri e riunioni tese alle best practises finalizzate alla facilitazione degli scambi per sostenere il commercio estero, la crecita e l'internazionalizzazione delle PMI. La continua ricerca di soluzioni pratiche per la riduzione degli ostacoli operativi e di quelli normativi é stata infatti l filo conduttore dell'attività del comitato anche quest'anno.
Interessanti anche gli interventi del Presidente di SIMEST, Salvatore Rebecchini, e della responsabile delle Relazioni Istituzionali di SACE, Cristiana Portale, che hanno giudicato importante il contributo dei commercialisti per l'individuazione e la presentazione alle imprese clienti di agevolazioni e strumenti offerti per l'approccio ai mercati esteri. Rebecchini ha sottolineato anche il contributo dell'Ordine dei Commercialisti al recente processo di revisione dei prodotti finanziari del Polo a sostegno della crescita delle imprese italiane nel mondo: “E' anche grazie a vostri suggerimenti che abbiamo apportato modifiche migliorative ai nostri Finanziamenti agevolati, che sono lo strumento attraverso il quale le PMI vengono aiutate a compiere i primi passi del processo di internazionalizzazione – ha detto il presidente di SIMEST – li abbiamo semplificati, completamente digitalizzati, dimezzando i tempi di istruttoria e triplicando le aziende servite".
Al riguardo Cristiana Portale ha sottolineato che “Oggi più che mai è necessario collaborare e fare squadra per poter offrire alle nostre imprese esportatrici un supporto a 360 gradi” e come per fare questo le aziende che crescono all'estero e sfruttano le opportunità dei mercati internazionali hanno bisogno di team manageriali con una forte specializzazione tecnica, sottolineando in tal senso che “un'adeguata formazione dei Professionisti che affiancano le imprese, su quelli che sono gli strumenti di export ed internazionalizzazione messi a disposizione da SACE SIMEST, diventa un fattore imprescindibile ”

Nel corso dell'incontro, l' Osservatorio sull'internazionalizzazione dell'ODCEC di Roma, Palomba ha affermato che: “parlare di di internazionalizzazione delle imprese oggi significa affrontare il grado di competitività sull'unico scenario che dà la misura: il mercato internazionale. In occasione del terzo anno di attività dell'Osservatorio Internazionale abbiamo avuto modo di fare il punto sulle attività condotte e sui programmi delle agenzie governative italiane e dai professionisti, con uno sguardo attento da un lato al sistema Italia e da un altro alle PMI che ne costituiscono l'ossatura”.

L'appuntamento si ripeterà anche l'anno prossimo, sempre agevolato dal senatore Francesco Giacobbe, che, in quanto a sua volta commercialista, è di certo vicino alle esigenze della categoria ed è impegnato in prima persona nello sviluppare sempre di più l'interlocuzione tra istituzioni e professioni.

Mission

VICINA, tramite la rete dei propri associati, organizza Commissioni di Studio Tematiche che elaborano progetti destinati a rendere i nuovi mercati più accessibili alle piccole e medie imprese.

 

Ultime News

Contatti

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
+39 06 64 01 27 97
+39 06 64 65 12 46
Viale dell'Aeronautica, 11 – 00144 – Roma